Gli arrosticini sono un gustoso secondo piatto tipico dell'Abruzzo ma sono comunque molto conosciuto ed apprezzato in tutta la penisola. Traggono la loro origine dalla tradizione pastorizia della regione, decantata anche da Gabriele D'Annunzio nella poesia I pastori.
Si tratta di spiedini di legno, lunghi circa 30 cm su cui vengono infilzati piccoli cubetti di carne di ovino (agnello, castrato o pecora) che vengono poi cotti alla brace sul caratteristico rustillare (detto anche furnacella), un braciere la cui forma lunga e stretta permette di rigirare gli spiedini con facilità e ne garantisce una cottura perfetta.
La ricetta originale non prevede aggiunta di spezie o aromi, ma nulla vieta di cospargeli, prima o durante la cottura, di rosmarino o peperoncino in polvere, oppure di ungerli con un filo di olio extravergine d'oliva. Si possono preparare durante un barbeque all'aperto, ma anche per una cena un po' più formale: in entrambi i casi andranno a ruba.



Vediamo nel dettaglio la ricetta ed il procedimento, veramente semplice ma di grande effetto, per ottenere degli arrosticini perfetti.
Per circa 15 arrosticini avrete bisogno di:
- 1 kg di carne di ovino
- spiedini di legno
- sale qb

Pulite la carne eliminando le parti più grasse, quindi tagliatela in tanti piccoli cubetti di circa 1 cm di lato ed infilzateli sugli spiedini lasciando vuote le due estremità che vi serviranno per prenderli in mano e girarli. Metteteli sul braciere (se li cuocete in casa potete usare in alternativa una bistecchiera ben calda leggermente unta d'olio, ma il risultato non sarà lo stesso) e fateli arrostire da entrambi i lati per 3 o 4 di minuti. Quando saranno ben coloriti su entrambi i lati diventando cosi belli croccanti, toglieteli dal fuoco e salateli leggermente.
Gli arrosticini vanno consumati caldi, appena tolti dal braciere, nel momento in cui sprigionano tutta la loro fragranza, sfilandoli dallo spiedino direttamente con i denti. Potete portarli in tavola su un letto di insalata di stagione, oppure abbinarli ad altre verdure crude (es. carote, pomodori) o a delle patate al forno.

E se la cucina non è il nostro forte? E se non abbiamo tempo di prepararli? Non c'è problema: li possiamo acquistare già fatti, pronti da cuocere, ed in 10 minuti potremo preparare un pranzo da re.

Sono diverse le aziende che producono gli arrosticini abruzzesi, ma non tutti raggiungono gli standard di qualità indispensabili per un ottimo risultato: la selezione della carne, ovviamente, è fondamentale.

Gli Arrosticini Lucci arrivano all'indirizzo di consegna in 24 h tramite corriere espresso e viaggiano in contenitori di polistirolo immersi nel ghiaccio gel per mantenere la catena del freddo. Giungono quindi a destinazione perfettamente freschi e conservati, pronti per essere cotti e consumati. 

La ditta Lucci, fondata nel 1990, si è specializzata subito nel commercio di arrosticini e altre prelibatezze abruzzesi. Dapprima a livello locale con sette punti vendita distribuiti tra le province di Teramo, Chieti e Pescara, poi allargando sempre di più il raggio d'azione fino a coprire tutto il territorio nazionale, anche grazie alla vendita diretta online. L'offerta è ricca e variegata, la qualità ottima e i prezzi più che ragionevoli. E se non amate la carne di ovino potete scegliere la varietà fatta con il pollo. Adesso non avete più scuse: dovete provarli assolutamente. E una volta provati non li abbandonerete mai più.

e-max.it: your social media marketing partner